shutterstock_276720770.jpg

L'ANTICA

PHILADELPHIA

Elfreth’s Alley, la strada di ciottoli più antica d’America, non faceva parte del piano urbanistico originale pensato da William Penn. Fu l’aumentare dei commerci e delle attività a loro connessi che resero necessario tracciare una via. Fu così che il terreno venne venduto a due imprenditori da Jeremiah Elfreth, un fabbro, ma anche un proprietario terriero. Tra i primi residenti ci furono famiglie di commercianti, artigiani, soffiatori di vetro e costruttori di mobili. Le case vennero edificate in stile georgiano e federale. Tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo fu l’avvento dell’industria a fare cambiare fisionomia alla strada: il primo mutamento fu imposto dalla costruzione di una fabbrica di stufe che nel 1868 prese il posto di una fila di case residenziali. In quell’epoca gli abitanti erano gli immigrati, soprattutto irlandesi. L’attuale Elfreth’s Alley è il risultato di tre secoli di rinnovamenti e di sforzi recenti per mantenere l’aspetto storico. La via è in contrasto con le grandiose case del quartiere esclusivo Society Hill. 

shutterstock_523129003.jpg

Polaroid di viaggio

INDIPENDENCE HALL

fu costruita tra il 1732 e il 1753 in stile georgiano e inizialmente fu la sede del governo della Pennsylvania. Il campanile ospitò la Liberty Bell, mentre oggi contiene la Centennial Bell creata per l’Esposizione del Centenario del 1876. 

La campana della libertà

Il rintocco più importante fu quello dell’8 luglio 1776, quattro giorni dopo la Dichiarazione d’indipendenza in occasione della pubblica lettura del fondamentale documento. Liberty Bell (sopra), che oggi si trova nel Liberty Bell Pavillon, ha avuto una storia travagliata. Una prima campana per il campanile di Indipendence Hall era stata costruita a Londra ed era giunta a Philadelphia nell’agosto del 1752. Poiché si incrinò al primo rintocco, venne sostituita da una seconda campana, che a sua volta risultò difettosa. Nel giugno del 1753 venne issata sulla torre di Independence Hall una terza campana, realizzata a Philadelphia. Durante la Rivoluzione americana, quando nel 1777 le truppe inglesi occuparono la città, la campana venne rimossa dalla torre e portata al sicuro, per tornare in città, in un deposito, nel 1778. Tornò al suo posto nel 1785. Il suo rintocco continuò a ricordare lo storico avvenimento fino al 1846 quando si incrinò e allora venne rimossa.

shutterstock_268449434_edited.jpg

Esperienze da vivere

shutterstock_1083014636.jpg

ESPLORA

IL TUO ITINERARIO

Torna su

National Geographic Kids
white star libri